News

By
In Senza categoria
Posted

Matrimonio lampo assegno mantenimento

Anche il matrimonio “meteora” di brevissima durata e in cui entrambi i coniugi hanno continuato ad abitare in case diverse mantenendo ciascuno il proprio stile di vita, dà diritto al mantenimento se il marito ha un grande patrimonio immobiliare. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 23442/2013.

Read More
By
In Senza categoria
Posted

Appello, vanno sempre impugnate tutte le ragioni alla base della soccombenza

Con l’atto di appello la parte soccombente deve sempre censurare ciascuna delle ragioni capace di giustificare da sola la decisione presa dal giudice di prima grado. Non può infatti farlo in un secondo momento nel corso del giudizio, né può sopperire l’aver chiesto la «riforma integrale» della sentenza, non essendovi deroghe al «principio di specificità dei motivi». Cass. – 3 marzo 2015 n. 4259

Read More
By
In Senza categoria
Posted

Responsabilità patrimoniale – confisca di beni nel procedimento di prevenzione – pregiudizio dei diritti reali di garanzia di terzi estranei – costituzione del diritto reale in epoca antecedente al procedimento di prevenzione – buona fede del terzo – onere della prova – competenza

La Terza Sezione, con tre ordinanze in pari data e di identica motivazione (n. 2338/2012, 2339/2012 e 2340/2012), ha rimesso al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite la questione relativa ai rapporti tra confisca disposta dal giudice di prevenzione e ipoteca iscritta anteriormente all’instaurazione del procedimento o comunque al sequestro del bene, evidenziando, in particolare, i problemi relativi alla qualificazione della natura – originaria o derivativa – del titolo di acquisto dello Stato, alla tutela del terzo, alla ripartizione dell’onere probatorio in ordine alla sua buona fede, all’individuazione del giudice competente ed alle conseguenze derivanti dal mancato intervento del terzo nel procedimento di prevenzione, anche in considerazione dell’evoluzione normativa e delle previsioni del d.lgs. 6 settembre 2001, n. 159 (Nuovo Codice Antimafia).

Read More
By
In Senza categoria
Posted

Edilizia urbanistica – valore del verbale di accertamento

Applicando il principio di cui all’art. 2700 cod. civ., per cui l’efficacia fidefacente del processo verbale di constatazione è circoscritta ai fatti avvenuti in presenza del pubblico ufficiale e non si estende ai giudizi valutativi o alla menzione di circostanze che consistano in apprezzamenti personali né a fatti anteriori rispetto al momento della verbalizzazione, in materia di abusivismo edilizio deve considerarsi come assistita da pubblica fede la constatazione contenuta nel verbale circa la natura dei lavori ed il tipo di manufatto in corso di finale ultimazione al momento del sopralluogo. Non può invece attribuirsi la stessa natura probatoria al riferimento a fatti pregressi (vigilanza in epoca anteriore dei luoghi) la cui verosimiglianza ricade nella libera valutabilità da parte del giudice Cons. Stato Sez. V, 20/06/2011, n. 3683

Read More
By
In Senza categoria
Posted

Fallimento cancellazione registro imprese

In tema di dichiarazione di fallimento di una società, ai fini del rispetto del termine di un anno dalla cancellazione dal registro delle imprese, previsto dall’art. 10 legge fall., l’iscrizione nel registro delle imprese del decreto con cui il giudice del registro, ai sensi dell’art. 2191 cod. civ., ordina la cancellazione della pregressa cancellazione della società già iscritta nello stesso registro, fa presumere sino a prova contraria la continuazione delle attività d’impresa, atteso che il rilievo, di regola, solo dichiarativo della pubblicità, se avvenuta in assenza delle condizioni richieste dalla legge, comporta che la iscrizione del decreto, emanato ex art. 2191 cod. civ., determina solo la opponibilità ai terzi della insussistenza delle condizioni che avevano dato luogo alla cancellazione della società alla data in cui questa era stata iscritta e, di conseguenza, la stessa cancellazione, con effetto retroattivo, della estinzione della società, per non essersi questa effettivamente verificata; nè è di ostacolo a tale conclusione l’estinzione della società per effetto della cancellazione dal registro delle imprese, a norma dell’art. 2495 cod. civ., introdotto dal d.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, atteso che la legge di riforma non ha modificato la residua disciplina della pubblicità nel registro delle imprese.

Cass. SU, 09/04/2010, n. 8426

Read More
By
In Senza categoria
Posted

locazione riscatto litisconsorzio

Il diritto di riscatto previsto dall’art. 39 della legge 27 luglio 1978, n. 392 deve essere esercitato dall’avente diritto alla prelazione nei confronti di tutti gli acquirenti comproprietari dell’immobile, i quali sono litisconsorti necessari nella relativa controversia. Nel caso in cui l’acquirente sia coniugato in regime di comunione legale dei beni, il riscatto deve esercitarsi pure nei confronti del coniuge, che è ugualmente litisconsorte necessario, anche quando non abbia partecipato al contratto di compravendita, ma abbia beneficiato dell’acquisto in comunione ai sensi della lett.a) dell’art. 177 cod. civ.

Cass. SU, 22/04/2010, n. 9523

 

Read More
page 1 of 2